Sezioni

Il Mulino Macina.....Eccellenze

Domenica 17 marzo alle 16.00 al Museo Mulino Sapignoli il secondo appuntamento de Il Mulino Macina... Eccellenze
Ospite Sergio Barducci con il suo libro 'Ti parlo di noi': il racconto di una storia vera, di una vicenda dolorosa che ha attraversato una famiglia ma che, in un periodo drammatico per una intera generazione, ha cambiato il corso degli eventi e tolto serenità a tante famiglie italiane.
È la storia di una famiglia per bene e che, in particolare, coinvolge due fratelli. Il più piccolo vittima della droga e della dipendenza, il maggiore impegnato a proteggerlo da quel “dolore evitabile”, come viene definita dal neurologo e psichiatra Vittorino Andreoli nella prefazione. ‘Ti parlo di noi’ è il nuovo libro di Sergio Barducci, caporedattore centrale della tv di Stato della Repubblica di San Marino. Oggi il volume, edito da Minerva edizioni, è stato presentato all’hotel Nazionale di Roma, dove era presente anche il sottosegretario alla Giustizia Jacopo Morrone. “È una storia personale ma è anche la storia di centinaia di migliaia di famiglie italiane– dice Barducci in un’intervista all’agenzia Dire- perché purtroppo in quel periodo che va dalla fine degli anni 70 alla fine degli anni 80, abbiamo perso una generazione, una generazione scomparsa”.
Il passato, però, è anche presente
“È un tema purtroppo ancora attuale di cui si parla molto poco. Nel 2016 per l’uso di eroina sono morti 266 ragazzi, il problema è ancora vivo e forse bisognerebbe parlarne di più“. E’ d’accordo con lui lo psicologo Federico Bianchi di Castelbianco: “Di droga nelle scuole non se ne parla più, i ragazzi non hanno un modello adulto a cui adeguarsi”, anche perché “la droga non è una cosa dei giovani, è una cosa di tutte le età e di tutti i ceti sociali. Purtroppo è un tema che a scuola non si ha voglia di affrontare, facciamo come gli struzzi”. Il fratello dell’autore vinse la sua battaglia con la droga, aiutato dalla comunità di San Patrignano: “Le comunità di recupero svolgono una funzione sociale molto importante- racconta oggi Barducci- in quel periodo sono nate per sopperire a una carenza di risposte che non c’erano per questi ragazzi. Io nel libro parlo della comunità di San Patrignano dove mio fratello è stato, si è recuperato, ha trovato un riscatto, una rinascita, un ritorno alla vita. Lì ci sono ancora oggi 1200-1300 ragazzi che vivono sul colle sopra Rimini”.
Per l'occasione sarà possibile visitare Spleen, la mostra fotografica di Nevio Semprini.
L'appuntamento è per domenica 17 alle ore 16.00. Ingresso gratuito.
Amici del Mulino Sapignoli

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/03/12 13:40:00 GMT+2 ultima modifica 2019-05-23T12:41:29+02:00 scaduto