Sezioni

Occupazione di suolo pubblico da parte di partiti politici

Ufficio: Entrate Referente: Annarella Zammarchi

Descrizione

Modalità per la richiesta di occupazione temporanea di suolo pubblico da parte di partiti
politici (o gruppi promotori)

Chi può fare richiesta
I partiti politici (o gruppi promotori), possono richiedere di occupare temporaneamente il
suolo pubblico comunale. Chi richiede la concessione di occupazione temporanea deve essere
il rappresentante o il suo delegato. Le occupazioni possono essere di modesta entità con
l’utilizzo di tavolini, pannelli, cavalletti, gazebo.

Cosa fare

Documentazione da presentare
In allegato è disponibile il modulo di "Richiesta di occupazione suolo pubblico".
La domanda di occupazione temporanea di suolo pubblico, compilata in ogni sua parte va
indirizzata al Sindaco e presentata all'ufficio protocollo dell'ente via mail allegando
copia del documento di identità valido o presso l'ufficio nei giorni di apertura al
pubblico.

Le istanze presentate all’Amministrazione Comunale dai partiti politici, salvo i casi di
esenzione, sono soggette all’imposta di bollo fin dall’origine (C.f.r. Risoluzione
dell’Agenzia delle Entrate n. 89/E del 01/04/2009). Va inoltre allegata una marca da bollo
da applicare sull’autorizzazione.

Sono esenti dal pagamento della marca da bollo i partiti per i seguenti motivi:
1) Raccolta di firme per candidature elettorali (art. 14, c.3, L. 53/90)
L'occupazione del suolo pubblico per la raccolta di firme per candidature elettorali con
banchetto (tavolo, sedie, gazebo ), esente da imposta di bollo ai sensi del DPR 642/72 e
successive modificazioni, può essere concessa dai 180 giorni antecedenti le votazioni.
2) Raccolta di firme per campagne referendarie (L. 352/70 e successive modificazioni) e
petizioni legislative
L'occupazione del suolo pubblico per la raccolta di firme in occasione di campagne
referendarie e petizioni con banchetto (tavolo, sedie, gazebo ), esente da imposta di bollo
ai sensi del DPR 642/72 e successive modificazioni.
3) Propaganda elettorale e propaganda referendaria
L'occupazione del suolo pubblico per propaganda (tavolo, sedie, gazebo), esente da imposta
di bollo ai sensi del DPR 642/72 e successive modificazioni, può essere concessa dai 30
giorni antecedenti le votazioni.

La richiesta di occupazione di suolo pubblico per iniziative di carattere politico va
presentata almeno 5 giorni prima della data di inizio.

1. L’occupazione di suolo pubblico o privato ad uso pubblico, per le finalità di cui sopra,
è consentito esclusivamente per l’esposizione di materiale informativo cartaceo, video,
informatico ed altri prodotti di comunicazione e per favorire il contatto diretto delle
persone.
2. Per l’allestimento di tali presidi sono ammesse sedie, tavoli (max 2m x 1m); eventuali
ombrelloni e gazebo solari (max 3m. x 3m.) senza ancoraggi a terra, nonché bandiere,
stendardi, drappi, ecc.
3. Limitazioni:
• in caso di più domande coincidenti per data e locazione gli interessati verranno chiamati
per individuare una soluzione concordata in mancanza della quale avrà priorità chi ha
presentato per primo la domanda;

• In occasione del periodo che va dal primo dicembre al sei gennaio non potranno essere
autorizzati presidi nel centro storico nella parte individuata nella planimetria allegato
sub “A”.
• In occasione di elezioni si applicano le “Norme per la disciplina della propaganda
elettorale” previste dalla legge 4 aprile 1956, n. 212.

Dove rivolgersi

Ufficio Entrate
Sede di Torriana:
Via Roma loc. Torriana n. 21/g - Tel: 0541/629701 int. 1 – 4 - 1
Orari d'apertura
lunedì e martedì dalle 10 alle 13
sabato dalle 8.30 alle 13

Sede di Poggio Berni:
Via Roma loc. Poggio Berni n. 25 - Tel: 0541/629701 int. 1 – 4 – 1
Orari d'apertura
lunedì e mercoledì dalle 10 alle 13

 

Allegati

Qui sotto sono disponibili la modulistica e gli allegati al procedimento.