Sezioni

Convivenze di Fatto (Legge n. 76/2016)

area tematica: anagrafe e documenti

Ufficio: Anagrafe

Referente: Andrea Antognoni, Sirio Mami

Descrizione

La legge n. 76/2016 riconosce alle coppie di conviventi di fatto – formate da persone di sesso opposto o dello stesso sesso – una serie di diritti, facoltà e reciproche responsabilità. Per conviventi di fatto si intendono “due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da un’unione civile” (art. 1, comma 36 legge n. 76/2016). La convivenza di fatto si istituisce con apposita dichiarazione presso il Comune di residenza.

I requisiti per costituire una convivenza di fatto sono:
- la maggiore età;
- lo stato libero;
- l’iscrizione anagrafica nella stessa famiglia;

La convivenza di fatto si scioglie nei seguenti casi:
- trasferimento della residenza anagrafica di uno dei conviventi;
- morte di uno dei conviventi;
- dichiarazione di cessazione della convivenza di fatto (resa da entrambi o da uno solo dei conviventi). La dichiarazione comporta la cessazione della convivenza di fatto – cessando il legame affettivo di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale - ma non ha alcun effetto sulla residenza anagrafica delle parti.

Il contratto di convivenza
Le coppie di conviventi di fatto già costituite possono disciplinare i propri rapporti patrimoniali con un contratto di convivenza. Il contratto, le sue modifiche e la sua risoluzione sono redatti davanti a un notaio o un avvocato, che lo trasmette al Comune di residenza per la registrazione in anagrafe.

Cosa fare

Per costituire una convivenza di fatto, la coppia deve rendere dichiarazione congiunta all’ufficio anagrafe, sottoscrivendo l’apposito modulo (Allegato 1 – Dichiarazione di costituzione di convivenza di fatto).

La dichiarazione può essere resa:
- da una coppia già residente nella medesima famiglia anagrafica;
- al momento della dichiarazione di residenza, in caso di trasferimento di residenza della coppia da altro Comune o di iscrizione anagrafica di un solo componente della coppia.
La convivenza di fatto costituita in altro Comune permane con il trasferimento della residenza congiunto della famiglia (non occorre rinnovare la dichiarazione).

La dichiarazione di cessazione della convivenza di fatto (Allegato 2) può essere resa, in qualunque momento, da uno dei conviventi o da entrambi.
I moduli devono essere compilati e sottoscritti presso l'ufficio Anagrafe del Comune.

Possono altresì essere inviati:
• per raccomandata all’indirizzo del comune di Poggio Torriana Via Roma loc. Poggio Berni n. 25 – 47824 Poggio Torriana (Rn);
• per fax al n. 0541.629158;
• per via telematica all’indirizzo di posta elettronica certificata comune.poggiotorriana@legalmail.it;

La possibilità di trasmissione per via telematica è consentita ad una delle seguenti condizioni:
a) che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
b) che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, con il sistema SPID o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
d) che la copia della dichiarazione recante la firma autografa del richiedente sia acquisita mediante scanner e trasmessa tramite posta elettronica semplice o Pec.

Alla dichiarazione deve essere allegata copia di un documento d'identità delle persone che sottoscrivono il modulo.

Dove rivolgersi

vedi qui a lato

Riferimenti

LEGGE N. 76/2016

Allegati

Qui sotto sono disponibili la modulistica e gli allegati al procedimento.