Sezioni

Imu e Tasi, dichiarazione

area tematica Tasse e tributi

Dichiarazione IMU

La dichiarazione IMU va presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello nel quale sono avvenute variazioni. In allegato è possibile scaricare il modello di dichiarazione.
Si ricorda inoltre che l’obbligo dichiarativo ai fini IMU è rimasto soltanto in pochi casi, quali ad esempio: 
- variazioni in merito alle aree fabbricabili (acquisto, vendita, fine edificazione, acquisto o perdita dell’edificabilità, modifica del valore di mercato, inizio o fine intervento edilizio);
- abitazioni concesse in comodato gratuito a parenti entro il primo grado;
- perdita o acquisto delle agevolazioni per conduzione diretta dei terreni agricoli;
- chiarimenti in merito alle pertinenze (nel caso di due o più unità nella stessa categoria catastale);
- situazioni particolari relative all’abitazione principale (inizio o fine del diritto di abitazione, assegnazione della casa ad uno degli ex coniugi con conseguente applicazione del diritto di abitazione).
- Fabbricati posseduti dall’impresa costruttrice, ultimati e destinati alla vendita (c.d. “beni merce”), che beneficiano dell’esenzione IMU.

Per tutti gli altri casi, per i quali le istruzioni dicono chiaramente che non sussiste obbligo dichiarativo, la dichiarazione non va presentata.
Le rendite catastali aggiornate possono essere consultate gratuitamente sul sito dell’Agenzia del Territorio, a questo indirizzo: http://sister.agenziaentrate.gov.it/CitizenVisure/index.jsp

Allegati