Sezioni

Tassa sui rifiuti (TARI) - agevolazioni per utenze non domestiche

Per l’anno 2017 la Giunta comunale ha stanziato un fondo per concedere agevolazioni sulla Tassa Rifiuti a particolari categorie di utenze non domestiche, suddiviso in due distinti bandi. I termini per presentare richiesta sono scaduti il 17/7/2017

Riduzione per utenze non domestiche in difficoltà economico finanziaria

Il fondo a disposizione ammonta a € 20.000 (con eventuale graduatoria in caso di insufficienza).
Le istanze vanno presentate obbligatoriamente dall'1/6/2017 al 17/7/2017, nelle quali è necessario dichiarare il proprio reddito d’impresa per gli anni 2015 e 2016 (allegare documentazione dimostrativa).

Le categorie che possono far richiesta sono le seguenti:

Categoria N° Descrizione variazione % TARI 2014 rispetto a TARSU 2013
23 Mense, birrerie, hamburgherie    + 226,91%
27 Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza piada, rosticcerie    + 143,09%
22 Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub + 88,90%
9 Case di cura e riposo, affittacamere, B&B + 46,95%
24 Bar, caffè, pasticceria    + 45,13%
17 Attività artigianali tipo botteghe: Parrucchiere, barbiere, estetista, palestra    + 18,01%
10 Ospedale   + 15,38%
19 Carrozzeria, autofficina, elettrauto    + 14,81%
4 Campeggi, distributori carburanti, impianti sportivi    + 9,17%
25 Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari    + 6,69%


Le percentuali agevolative sono le seguenti:

Scaglione di aumento tariffario nel passaggio da Tarsu 2013 a Tari 2014 % di riduzione
Aumento > 100% 30%
Aumento tra il 40% e il 100%  20%
Aumento tra lo 0 e il 40% 10%
Diminuzione tariffaria 0

Agevolazione per nuove imprese aperte nelle frazioni dall'1/1/2016:

Il fondo a disposizione ammonta a € 4.000 ed è destinato a finanziare una riduzione sulla Tari 2017 del 50% (in caso di insufficienza, il fondo è erogato in base all’ordine di protocollazione dell’istanza).

Le istanze vanno presentate obbligatoriamente dall'1/6/2017 al 17/7/2017.
I richiedenti, infine, devono appartenere a una delle seguenti categorie ed essere ubicati nel territorio delle frazioni, diverse dal “Capoluogo”:
- 13 Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta e altri beni durevoli
- 14 Edicola, farmacia, tabaccaio, plurilicenze
- 15 Negozi particolari quali filatelia, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquariato
- 22 Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub
- 23 Mense, birrerie, hamburgherie
- 24 Bar, caffè, pasticceria
- 25 Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari
- 27 Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza piada, rosticcerie
Per ulteriori informazioni è possibile consultare la Delibera di Giunta n. 46 del 26/4/2017

Allegati

Qui sotto sono disponibili la modulistica e gli allegati al procedimento.

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/10/09 12:00:00 GMT+1 ultima modifica 2018-07-01T17:01:56+01:00