Sezioni

Tassa sui rifiuti (TARI) - utenze domestiche

area tematica Tasse e tributi

Che cos'è

A decorrere dal 1° gennaio 2014 è stata istituita in tutti i Comuni la nuova Tassa sui Rifiuti (TARI), in sostituzione della Tassa per lo Smaltimento Rifiuti (ex Tarsu) che è rimasta in vigore fino al 2013.

Chiunque possieda o detenga locali ed aree a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti è tenuto alla presentazione della dichiarazione TARI e al pagamento della relativa tassa. Coloro che avevano già presentato la dichiarazione ai fini Tarsu o che avevano ricevuto un provvedimento di accertamento, non hanno un nuovo obbligo dichiarativo, qualora le condizioni siano rimaste invariate.

La dichiarazione TARI deve essere presentata entro 60 giorni dalla data in cui ha avuto inizio il possesso o la detenzione dei locali oppure dalla data in cui è avvenuta un’eventuale variazione (superficie, indirizzo, ecc.).

Il medesimo termine di 60 giorni vale anche qualora si verifichi la cessazione dell’occupazione o detenzione dei locali in precedenza dichiarati. Contestualmente alla cessazione della tassa sui rifiuti occorre riconsegnare la chiavetta per il conferimento dei rifiuti.

Su che cosa si paga

Per quanto riguarda l’applicazione tariffaria, la Tari relativa alle utenze domestiche è suddivisa in Tariffa fissa (che si moltiplica per i metri quadrati assoggettati) e Tariffa variabile, modulata tenendo conto del numero dei componenti del nucleo familiare,dove per nucleo familiare si intende quello risultante dagli archivi anagrafici.
Tuttavia, nel numero dei componenti andranno considerati,e dichiarati, anche quei soggetti che, pur non avendo la residenza anagrafica, risultano a tutti gli effetti dimoranti nell’abitazione stessa.

Quanto si paga

Le tariffe deliberate per il 2019, ai sensi della delibera di Consiglio nr. 09 del 27/02/2018, sono uniche per l’intero territorio comunale, e non più diversificate tra i due Municipi, e sono le seguenti:

UTENZE DOMESTICHE

Cod.Cat.

Categoria

Tariffa

Fissa

Tariffa

Variab.

1

OCCUPANTE 1

0,33

54,31

2

OCCUPANTI 2

0,39

97,75

3

OCCUPANTI 3

0,44

108,61

4

OCCUPANTI 4

0,48

141,20

5

OCCUPANTI 5

0,51

157,49

6

OCCUPANTI 6 o  PIU'

0,54

184,64

A questi importi si aggiunge un’addizionale,  pari al 5%, destinata alla Provincia.

Riduzioni

Le riduzioni tariffarie sono determinate in relazione ai seguenti criteri:

a) all'uso stagionale e/o temporaneo da parte di chi detiene abitazioni secondarie o di chi risiede all'estero, a condizione che il soggetto passivo dichiari di non voler cedere l’alloggio in locazione o in comodato;
b) alle utenze domestiche che dichiarino di provvedere al compostaggio domestico come meglio specificato agli artt. 6 e 7 del Regolamento Comunale per il compostaggio domestico approvato con delibera di Consiglio Comunale nr. 73 del 21/12/2015. Per godere della riduzione, l’attività di compostaggio deve essere univocamente riconducibile alla singola utenza che ne fa specifica richiesta;
c) alla detenzione di locali, diversi dalle abitazioni ed aree scoperte, adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente, risultante da licenza o autorizzazione rilasciata dai competenti organi per l'esercizio dell'attività o da altra documentazione atta a comprovare tale condizione;
d) fabbricati rurali ad uso abitativo, in possesso dei requisiti indicati all’art. 9 del D.L. 557/93 e s.m.i..

La tariffa ordinaria viene ridotta nella misura sotto indicata:
a) 10 % abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo;
b) nella misura percentuale massima del 10% della tassa rifiuti dovuta, come meglio specificato all’art. 5 del Regolamento Comunale per il compostaggio domestico approvato con delibera di Consiglio Comunale nr. 73 del 21/12/2015;
c) 20% locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte, adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente;
d) 10% abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero;
e) Riduzione dei 2/3 del tributo, quando l’abitazione è posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da cittadini italiani residenti all’estero, iscritti all’AIRE, già pensionato nei rispettivi paesi di residenza, a condizione che tale abitazione non risulti locata o ceduta in comodato d’uso;
f) 30% fabbricati rurali ad uso abitativo.
g) il tributo è dovuto in misura non superiore al 40% della tariffa da determinare, anche in misura graduale, se la distanza dal più vicino punto di raccolta rientrante nella zona perimetrata o di fatto servita, supera i 300 metri;
Le riduzioni di cui al presente articolo si applicano sia sulla quota fissa che su quella variabile, eccetto il caso di cui al comma 2 lett. g) per il quale sarà applicata sulla sola parte fissa della tariffa. Qualora queste riduzioni fossero già state richieste gli scorsi anni per la vecchia Tassa Rifiuti, saranno considerate valide anche per la nuova Tassa, in quanto compatibili.

Riduzioni per conferimenti SEA

Per le utenze domestiche che conferiscono direttamente il rifiuto recuperabile  in maniera differenziata presso la Stazione ecologica attrezzata (ex- Centro Ambiente), è riconosciuta una riduzione della tariffa variabile calcolata sulla base delle quantità di rifiuti conferiti in forma differenziata nel corso dell’anno solare precedente. I coefficienti da applicare saranno i seguenti:

 Tipologia del rifiuto

Coefficiente

   

- Inerti domestici provenienti da utenze domestiche

0,30

- Carta e cartone

0,80

- Plastica

1,30

- Scarti giardinaggio

0,40

- Ingombrante non metallico proveniente da utenze domestiche

0,20

- Ingombrante metallico e vari

0,30

- Ingombranti metallici – Frigoriferi provenienti da utenze domestiche

0,10

- Tessili

1,00

- Vetro

1,00

- Alluminio

3,00

- Olii minerali provenienti da utenze domestiche

1,00

- Olii vegetali

1,20

- Piombo proveniente da utenze domestiche

0,40

- RUP pile

1,50

- RUP farmaci proveniente da utenze domestiche

1,50

- RUP T/F proveniente da utenze domestiche

1,00

- Batterie Auto proveniente da utenti privati

- Altro

0,40

0,20

- Nylon usato in agricoltura (comprese serre)

servizio a pagamento

La riduzione sarà applicata sulla base dei conferimenti dell’anno solare precedente e distinti nelle seguenti fasce di rifiuto differenziato:

Tipologia fasce

Definizione fasce per abbuoni (Riferite per Kg/annui di RSU conferiti al Centro Ambiente)

Abbuoni riferiti a ciascuna fascia di quantitativi

Fascia “A”

da Kg. 20

a Kg. 70

Euro 10,00

Fascia “B”

da Kg. 71

a Kg. 150

Euro 15,00

Fascia “C”

da Kg. 151

a Kg. 300

Euro 20,00

Fascia “D”

da Kg.  301

a Kg. 500

Euro 25,00

Fascia “E”

da Kg. 501

a Kg. 750

Euro 30,00

Fascia “F”

da Kg. 751

a Kg. 1000

Euro 50,00

Fascia “G”

oltre 1000 Kg

Euro 55,00

In ogni caso l’ammontare della riduzione non può essere superiore al 50% della quota variabile della tariffa. Le agevolazioni indicate nei precedenti commi  saranno calcolate a consuntivo con compensazione con il tributo dovuto per l’anno successivo o rimborso dell’eventuale eccedenza pagata nel caso di incapienza.

COME SI PAGA

 Il pagamento della TARI (Tassa Rifiuti) potrà essere effettuato:

- utilizzando i modelli  F24, pagabili presso un qualsiasi sportello postale o bancario, senza costi aggiuntivi

- con procedura sulla propria home banking, ricopiando i dati sui moduli F24 

- entrando nella piattaforma presente sul sito istituzionale www.comune.poggiotorriana.rn.it cliccando sull’apposito link   LINKMATE Sportello Telematico – Accedo.

Come si accede a LINKMATE  “Sportello telematico”

È possibile accedere con il proprio codice fiscale, completando, solo la prima volta, la procedura guidata di registrazione.  Dopo avere inserito tutti i dati richiesti, si riceverà una password di primo accesso direttamente all’indirizzo e-mail indicato in fase di registrazione.

Quindi, con il codice fiscale e la password, si può accedere alla propria posizione, sempre.

Si possono effettuare i pagamenti, cliccando sul bottone “PAGA”. 

Quando di paga

Per l'anno 2019 il Consiglio Comunale ha confermato le medesime scadenze di pagamento in due rate:
31 luglio
30 novembre
Il contribuente se lo ritiene, potrà versare l'intero importo in Unica Soluzione entro il 31 luglio.
Gli avvisi di pagamento sono spediti direttamente dal Comune tramite comunicazioni per posta ordinaria. I contribuenti non residenti nel territorio dello Stato dovranno versare la TARI utilizzando il modello F24 inviato. Nel caso in cui non fosse possibile, per effettuare il versamento dall'estero il contribuente dovrà fare un bonifico a favore di:

Comune di Poggio Torriana
codice IBAN - IT 42 J 08995 05428 013000041708
Codice SWIFT/BIC ICRAITRRRN0

Come causale devrà essere indicato:
il codice fiscale del contribuente;
"Tari - Comune di Poggio Torriana Anno 2018".

Responsabili del procedimento

Giorgia Agostini - Candi Luisa

Allegati

Qui sotto sono disponibili la modulistica e gli allegati al procedimento.