Sezioni

Spostamenti, cosa cambia dopo il Dpcm del 3 novembre

Cosa prevedono le nuove misure di contrasto al Coronavirus in relazione agli spostamenti in "zona gialla"

Con il nuovo Dpcm del 3 novembre, in vigore da venerdì 6, si aggiungono anche nella cosiddetta "zona gialla" nuove restrizioni in ambito di spostamenti: dalle ore 22 alle ore 5 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.
Tali spostamenti devono essere giustificati compilando l'autodichiarazione.

È in ogni caso fortemente raccomandato, per la restante parte della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.

Delle strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, può essere disposta per tutta la giornata o in determinate fasce orarie, la chiusura al pubblico, fatta salva la possibilità di accesso, e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.

I soggetti con infezione respiratoria caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5°) devono rimanere presso il proprio domicilio, contattando il proprio medico curante.

Approfondisci i contenuti del nuovo Dpcm sulla pagina della Regione.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/11/09 09:30:46 GMT+1 ultima modifica 2020-11-09T09:30:46+01:00

Valuta questo sito