Sezioni

Al via da Montebello “Come nomadi nei Borghi”, un progetto tra cucina, musica, storie e personaggi della Valmarecchia

Quattro serate che si svolgeranno tra Montebello, Verucchio, Ca’Rosello di Secchiano e Santarcangelo

Dopo il successo dello scorso anno, torna il progetto ideato da Fausto Fratti della Brigata del Diavolo “Come nomadi nei borghi”, in cui i protagonisti sono la storia, i borghi, le persone, gli artisti, i personaggi e le amministrazioni comunali coinvolte che supportano l’iniziativa.

“L’entroterra romagnolo è cosparso di speroni rocciosi sormontati da borghi", dichiara Fratti. "I borghi non si visitano con tappe ‘mordi e fuggi’. I borghi si respirano, si annusano, si immaginano. Da anni, ormai, si parla di interazione fra costa ed entroterra, fra mare e terra: finora, tuttavia, si è tradotto il concetto portando pullman di turisti dagli alberghi in collina e facendo visitare qua e là qualche realtà storica o produttiva. Questa prassi non ha pagato, perché l’interesse per la realtà dei borghi non lo si può ‘appiccicare’ addosso a dei gruppi di turisti come un adesivo. Occorre creare occasioni e momenti che permettano un’immersione nell’atmosfera e nel patrimonio di questi luoghi. Dai borghi vogliamo partire con una visione zingaresca, fatta di genuinità, immediatezza e stupore: ‘come nomadi nei borghi’, appunto".

Il rinfresco avverà nella forma della “ligaza” romagnola, dove ogni partecipante porterà da casa una cena frugale da consumare all’aperto. Alla fine di ogni consumazione, con la propria sedia ci si sposterà ad ascoltare un attore o un personaggio che in forma letteraria o poetica racconterà la storia e le vicende di quel borgo. Ci saranno letture e interventi aperti ai partecipanti che vogliono interagire e raccontare i loro ricordi e le loro testimonianze. La quota concordata per i partecipanti sarà devoluta ad enti e progetti che si adoperano per fronteggiare emergenze economiche e situazioni di disagio sociale sul territorio.

Il primo appuntamento è previsto nel suggestivo borgo di Montebello, a Poggio Torriana, mercoledì 22 giugno alle ore 19:30; con Giancarlo Zoffoli e Maurizio Matteini Palmerini ci si soffermerà sul cambiamento demografico e antropologico di Torriana e Montebello, si ripercorrerà la storia dei due borghi, con particolare riferimento alla guerra e gli episodi cruenti avvenuti fra queste colline. A seguire Tiziano Paganelli alla fisarmonica.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/06/17 08:29:00 GMT+1 ultima modifica 2022-06-17T08:31:02+01:00

Valuta questo sito