Sezioni

Dal Ministero importanti risorse per l'acquisto di nuovi libri a favore della Biblioteca comunale "Pio Campidelli"

Libri di narrativa contemporanea, classici, letteratura per l'infanzia e per adolescenti, letteratura di viaggio e libri tematici per ragazzi e adulti tra i nuovi acquisti resi possibili grazie ai fondi del Ministero dei Beni e le Attività culturali

Il Ministero dei Beni e le Attività culturali e per il turismo (Mibact), nell’ambito del riparto del “Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali” ha stanziato, con decreto n. 267 del 4 giugno 2020 emanato dallo stesso dicastero per far fonte all’emergenza Covid, il “Contributo alle biblioteche per acquisto libri a sostegno dell’editoria libraria”. Questo fondo, creato dal decreto Rilancio e destinato al sostegno delle librerie, dell’intera filiera dell’editoria, nonché dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura, destina 30 milioni di euro per l’acquisto straordinario di libri da parte delle biblioteche di pubblica lettura, delle biblioteche di istituti culturali e delle biblioteche pubbliche statali con una condizione ben precisa: che l’acquisto avvenga tramite almeno 3 librerie presenti sul territorio provinciale o della città metropolitana ove ha sede la biblioteca beneficiaria.

 
L’Associazione Italiana Biblioteche e l’Associazione librai italiani dichiarano che l’obiettivo di questo decreto è quello di offrire una misura di sostegno immediato al mercato del libro, salvaguardando la pluralità dei diversi attori che in esso operano, molti dei quali sono stati fortemente colpiti dalle conseguenze dell’epidemia, e al contempo di stimolare una più stretta collaborazione territoriale tra biblioteche, librerie e case editrici, come peraltro previsto anche dal piano nazionale per la lettura.
Il diverso importo del finanziamento, come era stato chiarito nel decreto dal ministro Franceschini, è commisurato al patrimonio librario già in possesso della biblioteca beneficiaria, con fasce di riferimento che vanno fino ai 5.000 volumi (2.100 euro), dai 5.000 ai 20.000 volumi (5mila euro), oltre i 20.000 volumi (10mila euro). Il Comune di Poggio Torriana ha provveduto con propria delibera di Giunta, la n. 74 del 11/09/2020, ad attivare la procedura per l'acquisto dei nuovi volumi.

L'assessore ai Giovani, Francesca Macchitella, commenta: "Sono molto soddisfatta di questo provvedimento, in quanto, considerato che la nostra biblioteca ricade nella seconda fascia di riferimento, contando più di 12.000 volumi, il Comune di Poggio Torriana è risultato assegnatario di un finanziamento pari a 5.000 euro. Ciò permette di arricchire in modo significativo il patrimonio librario a beneficio della nostra comunità. Per questa ragione, abbiamo considerato anche gli interessi dei giovani e delle famiglie e tra i titoli dei nuovi acquisti, vi sono libri di narrativa contemporanea, classici, letteratura per l'infanzia e per gli adolescenti, letteratura di viaggio, dizionari nonché libri tematici per adulti e per ragazzi. In particolare, sono oltre duecento i volumi messi in ordine relativi alla fascia prescolare e scolare fino ai 16 anni di età.
Il Comune ha saputo cogliere una preziosa occasione per incrementare l'offerta per i residenti nel territorio, e non solo, valorizzando la biblioteca pubblica, come luogo di sapere, di incontro, di scambio e di aggregazione. I nuovi testi, oltre a favorire e stimolare la lettura, aiuteranno i giovani a contrastare la solitudine, a superare la povertà educativa, a conoscere altri "mondi" sfogliando con curiosità le pagine di un buon libro."

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/09/11 20:40:00 GMT+1 ultima modifica 2020-09-12T07:25:57+01:00

Valuta questo sito