Sezioni

Montebello città alveare

Da qualche giorno nel borgo di Montebello è stata installata una grande ape realizzata con la tecnica del filo di ottone

Questo progetto che oggi si traduce in realtà è stato pensato dall’amministrazione comunale insieme all’artista Ufuk Boy per valorizzare il borgo di Montebello, il suo storico legame con la Festa del Miele, le api e la natura circostante. Di conseguenza invitiamo tutta la cittadinanza a riscoprire il borgo di Montebello in questi giorni della Festa del Miele (sabato 3 e domenica 4 settembre) anche per apprezzare questa nuova installazione artistica.

Di seguito le parole di Ufuk Boy protagonista e realizzatore dell’opera:

“Desidero ringraziare l’Amministrazione del mio Comune, Poggio Torriana, per avermi dato l’occasione di realizzare un progetto a cui tengo moltissimo. Protagoniste del progetto sono le api sia per promuovere la cultura ambientale di cui sono indicatori che per sottolineare e valorizzare il ruolo di Montebello come città del miele, il museo del miele, l’oasi naturalistica e gli eventi presenti. La mia idea è che l’intero borgo di Montebello diventi il favo, la casa delle api. La pandemia è stata l’ultimo tragico allarme dato da una natura in sofferenza. La mortalità delle api allarma per la fondamentale funzione ecologica di questi insetti impollinatori per l’intero ecosistema. Le loro piccole dimensioni rischiano di fuorviarci rispetto al loro grande ruolo e per questo motivo ho maturato l’idea di rappresentare questo insetto a dimensione umana (lunghezza oltre 1,8 m). L’ho fatto utilizzando la mia tecnica di intreccio tridimensionale di fili di ottone, naturali ed ossidati. Il posizionamento della scultura è stato studiato per collegare visivamente la porta del borgo storico al museo suscitando, mi auguro, sorpresa e un nuovo punto di vista”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/09/03 09:11:00 GMT+1 ultima modifica 2022-09-03T09:11:50+01:00

Valuta questo sito