Sezioni

Nessuna cerimonia pubblica per il 4 novembre, deposte in forma riservata le corone in omaggio ai Caduti

Nel rispetto delle Disposizioni per limitare la diffusione del Covid-19, quest’anno a Poggio Torriana non si svolgerà la tradizionale cerimonia in occasione del 4 novembre, Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate
In segno di omaggio ai Caduti di tutte le guerre in questi giorni l'Amministrazione comunale ha deposto, senza alcuna cerimonia, le corone d’alloro di fronte ai 3 monumenti commemorativi del territorio, nelle località di Poggio Berni, di Torriana e di Camerano (in foto l'installazione artistica a Poggio Berni, di targhe commemorative e fili metallici raffiguranti piccole colombe, ideata da Giusi Delvecchio, Presidente Provinciale dell'Anpi, e dallo scultore Ufuk Boy e l'artista Mascia Mantani).
 
ll 4 novembre l'Italia ricorda l'armistizio di Villa Giusti del 1918, che consentì agli italiani di rientrare nei territori di Trento e Trieste, e portare a compimento il processo di unificazione nazionale iniziato in epoca risorgimentale. Lo stesso 4 novembre, dunque, terminava la Prima Guerra Mondiale con la resa dell'Impero austro-ungarico. Per onorare i sacrifici dei soldati caduti a difesa della Patria il 4 novembre 1921 ebbe luogo la tumulazione del milite ignoto, nel sacello dell'altare della Patria a Roma. Con il Regio decreto n.1354 del 23 ottobre 1922, il 4 Novembre fu dichiarato Festa nazionale.
 
L'Assessore comunale al Sociale, Francesca Macchitella, afferma: "Il 4 novembre è una giornata importante, non solo nel calendario delle Istituzioni, ed è per questo che credo sia giusto condividere, in un momento così particolare, una riflessione relativa al contesto attuale che stiamo tutti vivendo. Il ricordare la storia del ‘900 ed i sacrifici di tanti giovani che hanno portato all’unità nazionale ci deve far ben tenere presente, oggi più che mai, i valori fondanti della Costituzione Italiana, in quanto questa pandemia mondiale sta stravolgendo equilibri economici e sociali, in taluni casi già precari e fragili. Il mio pensiero va alla gente della comunità di Poggio Torriana, a chi con impegno, maturità, costanza e coraggio, porta avanti il proprio lavoro e la cura della famiglia, nonché a quelli che hanno dato prova di grande solidarietà e dedizione nei confronti dei più deboli, dei bambini e degli anziani. Oggi le maggiori cariche dello Stato si recano all’Altare della Patria in piazza Venezia a Roma per deporre una corona d’alloro presso la tomba del Milite Ignoto. Durante questa cerimonia viene eseguito l’Inno di Mameli, simbolicamente credo sia rilevante celebrare questa ricorrenza con un significato nuovo, in tutte le case e in tutte le famiglie perché il modo in cui reagiremo a questa insperata situazione di emergenza sanitaria, determinerà il nostro futuro, auspico quindi un profondo senso di responsabilità e di altruismo da parte di tutti i cittadini. Ognuno può dare il proprio contributo nel determinare l’andamento dei prossimi mesi. Buon 4 novembre a tutti.”

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/11/04 12:45:00 GMT+1 ultima modifica 2020-11-04T13:23:31+01:00

Valuta questo sito