Sezioni

Poggio Torriana, misure straordinarie per la lotta alla zanzara tigre

Intensificati i trattamenti ogni 15 giorni fino al 30 settembre

Il 17 agosto 2018 il Direttore Sanitario dell'AUSL della Romagna ha indetto un incontro per condividere le problematiche relative alla diffusione della zanzara tigre e all' infezione da West Nile virus nella nostra provincia di Rimini.

All'incontro hanno partecipato gli esperti della AUSL, entomologi e le ditte che svolgono la lotta contro la zanzara nel nostro territorio (Anthea e Geat).
Quest’anno è stata riscontrata circolazione virale di West Nile nelle zanzare e negli uccelli in Emilia-Romagna già dal mese di giugno con un anticipo di circa un mese rispetto agli anni precedenti. L'infezione da virus West Nile (WNV), trasmessa all'uomo da zanzare del genere Culex (zanzara comune), si sviluppa senza conseguenze nella maggior parte dei casi (circa l’80%), ma può anche presentarsi con febbre, cefalea, e altri sintomi lievi a risoluzione spontanea o, sporadicamente, manifestarsi con forme più gravi che interessano il sistema nervoso centrale (meningite, meningoencefalite).
La proliferazione elevata di zanzare in questa estate, associata alla ormai certa presenza del virus West Nile nelle zanzare e ad alcuni casi di infezione nell'uomo nel Ravennate, impone misure straordinarie di lotta alla zanzara.

I Comuni, e le strutture pubbliche, soprattutto ove sono presenti anziani e persone fragili (persone con diabete, ipertensione, malattia renale e con patologie che determinano immunodepressione), continueranno ad attuare rigorosamente gli interventi di lotta antilarvale di competenza attuando turni di distribuzione dei larvicidi ogni 15 giorni fino al 30 settembre. La ditta Anthea a cui è affidato il servizio di disinfestazione ha rilevato sul  territorio comunale la presenza di 2.028 tombini e 34 focolai in fossi e scoli, per i quali saranno intensificati i turni fino alla fine di settembre, proseguendo fino ad ottobre qualora le condizioni climatiche lo richiedano.
 
Ai cittadini si raccomanda di continuare ad adottare gli strumenti di protezione individuale dalle punture di zanzare: i repellenti vanno applicati sulle parti scoperte del corpo rispettando dosi e modalità riportate nelle istruzioni in etichetta. Per evitare le punture è consigliabile vestirsi sempre di colori chiari, indossare pantaloni lunghi, maglie a maniche lunghe, e non utilizzare profumi;   utilizzare zanzariere, condizionatori e apparecchi elettroemanatori di insetticidi liquidi o a piastrine o zampironi, ma sempre con le finestre aperte.

Si ricorda, inoltre, che presso l'Ufficio relazioni con il Pubblico è in distribuzione il prodotto antilarvale per il trattamento nelle caditoie delle proprie abitazioni o attività e si raccomanda di evitare quanto più possibile i ristagni d'acqua per prevenire la proliferazione delle larve.
In allegato, è possibile scaricare i vademecum con tutti i consigli utili per chi viaggia, per proteggersi dalle punture  e per prevenire la proliferazione.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/09/01 07:45:00 GMT+1 ultima modifica 2018-09-01T08:02:26+01:00

Valuta questo sito