Sezioni

Amianto (Eternit)

area tematica: ambiente - rifiuti

Definizioni

Amianto: dal greco amiantos "incorruttibile" (silicato fibroso derivante da trasformazione metamorfica di serpentino o anfiboli.

Asbesto:  dal greco asbestos "inestinguibile").

I due termini sono sinonimi e vengono usati indifferentemente per indicare un insieme di minerali fibrosi diversi tra loro per la composizione chimica e quella cristallina (silicati idrati), che cristallizzano in forma di fibre lunghe, forti e flessibili, che possono facilmente separarsi in fibre estremamente sottili.
L'amianto è un materiale molto utilizzato per le sue caratteristiche di inconbustibilità, isolamento al calore, fonoassorbenza, flessibilità, inattaccabilità da parte degli acidi, filabilità. La sua resistenza al calore e la sua struttura fibrosa lo hanno reso adatto come materiale per indumenti e tessuti da arredamento a prova di fuoco, ma la sua ormai accertata nocività per la salute ha portato a vietarne l'uso in molti Paesi.

La pericolosità dell'amianto consiste nella potenziale cancerogenicità per l'apparato polmonare, ma soltanto se il materiale che contiene amianto si trova in condizioni di friabilità, di possibilità di dispersione di fibre nell'aria. Infatti, la presenza di amianto nei materiali NON è, necessariamente, sinonimo di pericolo se questi si presentano in condizioni di compattezza.

Cosa fare

Cosa fare in presenza di amianto

Tipologie d'interventi di bonifica

Rischi per la salute

Per maggiori informazioni consultare il sito di Arpae

Contributi per lo smaltimento

Il Comune di Poggio Torriana ha previsto per l’ anno 2018 dei contributi economici a fondo perduto ai privati cittadini (no imprese) che rimuovono o smaltiscono manufatti contenenti amianto.
Le tipologie di materiali considerate sono: lastre o pannelli piani o ondulati, utilizzati per la copertura di edifici e come pareti divisorie non portanti, tubi per acquedotti o fognature, tegole, canne fumarie e di esalazione, serbatoi per contenere acqua ecc… e/o elementi contenenti amianto utilizzati in ambito domestico (forni, stufe, pannelli di protezione caloriferi o condominiale, fioriere ecc.).

Il bando per l’anno 2018 (scaricabile in allegato) è aperto dal 1 ottobre e termina con l’esaurimento della somma (10.500,00 euro) messa a disposizione dal Comune di Poggio Torriana.

Requisiti beneficiari

  • I beneficiari del contributo sono persone fisiche proprietari di manufatti (non aziende o imprese…)
  • I beneficiari possono richiedere il contributo solo per manufatti contenenti eternit/amianto, che siano conformi dal punta di vista edilizio/urbanistico (non possono essere richiesti contributi per edifici abusivi);
  • Si possono chiedere contributi per lo smaltimento di eternit abbandonato presso la proprietà privata, previa denuncia di abbandono alle autorità competenti.
  • Sono soggetti a contributo solo gli interventi di rimozione e smaltimento di eternit/amianto. Non sono soggetti a contributo gli interventi di incapsulamento o confinamento di materiali contenenti eternit/amianto.

Misura del contributo

Il contributo non è cumulabile con altre agevolazioni pertanto il beneficiario non deve ricevere per lo stesso intervento altri tipi di finanziamento siano essi europei, statali, regionali o di altra natura. Tra le agevolazioni di cui sopra si intendono compresi anche gli incentivi erogati dal Gestore Servizi Elettrici nazionale (GSE) per l’installazione di impianti fotovoltaici con sostituzione di coperture di fabbricati realizzate con elementi edilizi contenenti amianto, nonché le detrazioni fiscali riguardanti la ristrutturazione edilizia ed il miglioramento energetico dei fabbricati o di altri natura analoga o similare.

Il contributo coprirà il 50% della spesa effettivamente sostenuta e documentata, sino ad un massimo di Euro 1.500 (millecinquecento/00), IVA inclusa, per ogni singolo intervento, con divieto di suddivisione artificiosa di bonifica in stralci.

Il contributo non include l’eventuale costo di manufatti sostitutivi e la loro messa in opera e sarà erogato in ordine di precedenza di prenotazione fino all’esaurimento del fondo disponibile.

Non saranno oggetto di incentivo gli interventi realizzati in data antecedente il 1° Gennaio 2018 (farà fede la data riportata sulla quarta copia del formulario di trasporto firmata in accettazione dal destinatario).
I contributi saranno erogati in ordine di precedenza di prenotazione fino all’esaurimento del fondo.

Richiesta di prenotazione

Per avere il contributo il proprietario del manufatto dovrà rivolgersi ad una Ditta specializzata che effettua gli interventi di bonifica di beni contenenti amianto, iscritta alle categorie 10A e 10B dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali.
L’elenco indicativo di tali Ditte è disponibile al sito https://www.albonazionalegestoriambientali.it
La Ditta, incaricata dal proprietario di eseguire l’intervento di bonifica, deve:

1) Verificare preventivamente la disponibilità del fondo telefonando all'Ufficio Ambiente del Comune di Poggio Torriana (tel. 0541/629701 int. 1.3.2 dal Lunedì al Venerdì).

2) Se il fondo è disponibile trasmettere tramite posta elettronica certificata (pec) all'indirizzo comune.poggiotorriana@legalmail.it o consegnare, previo appuntamento telefonico al n. tel. 0541/629701 int. 1.3.2, all'Ufficio Ambiente del Comune di Poggio Torriana – Municipio di Poggio Berni con sede in Via Roma, Loc. Poggio Berni, 25 - i seguenti documenti:

● richiesta di prenotazione di cui all' Allegato B, così da ricevere, sempre tramite pec, l'assegnazione del numero di prenotazione per l’incentivo economico da indicare nei documenti.
Tale prenotazione avrà una durata di 90 (novanta) giorni, che verranno conteggiati dalla data di trasmissione del numero di prenotazione dell'incentivo, prima di perdere validità.

● il Protocollo d’Intesa con il Comune di Poggio Torriana (Allegato A), firmato su ogni pagina, con il quale la ditta si impegna ad eseguire il lavoro a regola d’arte;

3) consegnare al proprietario, una volta ultimato l’intervento, la modulistica necessaria che lui stesso dovrà presentare all’ufficio ambiente, previo appuntamento, per l’erogazione del contributo,:

Allegato C (richiesta di assegnazione del contributo);
Allegato D (dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà);
Allegato E (Procedura per pagamento del contributo - dati relativi alle modalità di pagamento del contributo);
● Copia del pagamento effettuato alla Ditta (es. bonifico, assegno ecc..) e fattura rilasciata dalla stessa relativamente alle operazioni di rimozione e/o trasporto e smaltimento presso discarica autorizzata;
● Formulario di identificazione del rifiuto debitamente compilato con chiara indicazione dell'indirizzo dell'edificio, del peso e/o dei metri quadrati smaltiti (quarta copia controfirmata e datata in arrivo dal destinatario finale del rifiuto);
● Fotocopia del frontespizio, con timbro della AUSL ricevente, attestante l’avvenuta presentazione del Piano di lavoro (art. 256 Titolo IX capo 3 D.Lgs. 81 del 09.04.2008);
● Fotocopia del documento di riconoscimento e Codice Fiscale del/i titolare/i del manufatto;
● Fotocopia del titolo abilitativo all’intervento (se dovuto);
● Copia, se ricorre il caso, della denuncia della presenza dei materiali abbandonati su suolo privato, con indicazione della Pubblica Autorità a cui è stata inoltrata la denuncia e la data della stessa;
● Documentazione fotografica (solo in assenza di titolo abilitativo per l’intervento).
● Nel caso in cui il manufatto contenente amianto sia intestato a più soggetti (es. Condomini) dovrà essere fornita dall'amministratore, o dal soggetto formalmente delegato, copia del verbale di assemblea di condominio (o dichiarazione sottoscritta da tutti i proprietari) in cui:
-si esprime la volontà di accedere al presente bando;
-si comunicano le generalità del soggetto delegato alla presentazione della pratica ed alla riscossione del contributo.

Graduatoria

Nel caso in cui entro la data di chiusura del presente bando risultino pervenute richieste di contributo, non evase per esaurimento dei fondi disponibili, queste verranno automaticamente inserite, rispettando la data e l'ora di arrivo tramite PEC, nelle richieste di contribuzione per il bando amianto dell'anno successivo.
Non entreranno in elenco le richieste effettuate dopo la data di chiusura del bando, che verrà pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Poggio Torriana.
Nel caso in cui nell'anno 2019 l'Amministrazione non sia in grado di finanziare il “bando pubblico per l'erogazione di contributi economici a fondo perduto per la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti amianto presenti nel territorio del comune di Poggio Torriana” la graduatoria verrà annullata.

Dove rivolgersi

Consulta l'Albo Nazionale Gestori Ambientali
www.albonazionalegestoriambientali.it
Oppure chiama l'Ausl al n. 0541/707.563

Per ulteriori informazioni/dettagli, la cittadinanza interessata è pregata di prendere contatto con l' Ufficio Ambiente - Municipio di Poggio Berni.

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/12/09 11:46:00 GMT+1 ultima modifica 2019-02-18T10:38:05+01:00